La strana fauna del laghetto: ripescate 30 statuette funebri

Data pubblicazione: 11 Gen, 2011
Categoria: Rassegna stampa

20110411-ilgiorno

pesca mi8
pesca mi9

CINISELLO TROVATE AL GRUGNOTORTO, FRUTTO DEI RAID NEI CIMITERI

La strana fauna del laghetto: ripescate 30 statuette funebri

– CINISELLO BALSAMO –


LA PESCA dei miracoli, ieri sera, ha riportato a galla una trentina di statue. C’era la Madonnina di bronzo con le braccia allargate, c’era pure Cristo Che porta la croce sulle spalle. Le statue rubate dai cimiteri della zona, che negli ultimi mesi hanno conosciuto dei veri e propri raid.

Perchè dopo il furto del rame, con i chili di tubi, le canaline, i lumini e i portafoto, oggi i ladri puntano sul marmo. Trentuno statue sono state ripescate dal laghetto del parco Grugnotorto.

Una a una, sono state tirate fuori dall’acqua e posate sull’erba. Sotto gli occhi increduli di chi stava semplicemente passando una giornata al parco. «Guarda, ce n’è un’altra», a tuffarsi nel Iago sono stati gli uomini del nucleo speleo alpino acquatico, una squadra speciale dei vigili del fuoco di Milano.

Sul posto sono arrivati anche i pompieri di Sesto, mentre l’intervento è stato coordinate dai carabinieri della stazione di Cinisello.

PEZZI da 40 centimetri a quasi un metro di grandezza, marmi, ottoni e figure scolpite nella pietra sono riemersi dall’acqua. Una segnalazione ha fatto accorrere i militari, che sono andati avanti a «pescare» per un paio di ore.

Legate con una corda che le teneva unite, le statue sono state ritrovate vicino alla riva. Probabile, quindi, che i ladri avessero depositato il bottino, per poi tornare a riprenderlo con calma.

Ora le trenta sculture sono state portate in caserma. Ai carabinieri il compito di individuarne la provenienza. Sono tanti, infatti, i cimiteri depredati negli ultimi mesi.

Oltre al campo santo di Cinisello di via dei Cipressi, dove i malviventi non hanno esitato a danneggiare le lapidi pur di strappare il bottino, episodi simili si sono ripetuti a Nova Milanese e a Panderno Dugnano, al cimitero di via Mazzini e al campo santo di Cassina Amata.

Fenomeno tutto nuovo, la caccia ai responsabili sarà  in salita. Dalle prime ipotesi, pare che la mano sia la stessa. Difficile pero dire a che tipo di mercato fosse indirizzato il bottino.

Laura Lana

Il Giorno 11 Aprile 2011

 

News correlate

Linea Grafica ha una consolidata esperienza nel settore della comunicazione visiva, maturata in trent’anni di esperienza. I nostri punti di forza sono da sempre la professionalità, la disponibilità e la velocità nell’eseguire i lavori richiesti. I servizi sono quelli...

Manutan Italia

Manutan Italia: unico fornitore per le aziende Manutan Italia è una filiale del Gruppo Manutan International: multinazionale francese fondata nel 1966 conoltre 2.300 dipendenti. Il gruppo è presente in ben 17 paesi europei con 26 sedi, un’offerta totale composta da...

Brambillasca

Dal 1974 stampiamo i vostri ricordi! La nostra azienda è presente a Cinisello Balsamo dal 12 ottobre 1974 fornendo un servizio veloce e accurato per la stampa di fotografie. La disponibilità e la gentilezza che caratterizzano il contatto umano con i nostri clienti...

Via E. de Amicis, 42, 20092 Cinisello Balsamo (MI)

331 5321787

info@protezionecivilecinisellobalsamo.it

Seguici sui social!