Un Grazie a

e a tutti quelli che ci aiutano e sostengono la nostra attività
 

Un'allerta arancione per il rischio di forti temporali è stata diramata dalla protezione civile. Dopo l'esondazione della scorsa settimana, in città sono possibili - di nuovo - allagamenti.

L'avviso di criticità moderata è valida dalla mezzanotte di domenica 2 agosto. A causare i rovesci una perturbazione di origine nordatlantica. "Le elevate temperature ed umidità presenti nell'area - si legge in una nota della protezione civile - determinano condizioni molto favorevoli allo sviluppo di temporali di moderata o forte intensità su tutto il territorio regionale, in particolare dalla mattinata di domenica 02/08 e fino alla notte di lunedì 03/08 e, secondo gli attuali scenari di previsione, nella seconda metà della giornata di lunedì 03/08".

Non si escludono nemmeno grandinate. Il picco di pioggia si dovrebbe concentrare domenica per poi attenuarsi nella mattinata di lunedì 3; i temporali potrebbero però ripresentarsi nuovamente nel corso di quest'ultima giornata.

Il Centro Funzionale Monitoraggio Rischi Naturali della Regione Lombardia ha emesso un avviso di criticità arancione (moderata) per temporali forti e gialla (ordinaria) per rischio idrogeologico a partire dalla mezzanotte di domenica 2 agosto e fino alla notte di lunedì 3 agosto.

Il Comune di Milano attiverà di conseguenza il Centro Operativo Comunale (Coc) per il monitoraggio dei livelli idrometrici dei fiumi Seveso e Lambro e del radar e saranno allertate le squadre di Polizia locale, Protezione civile e MM servizi idrici al fine di graduare l’attivazione del piano di emergenza.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Disattiva audioDisattiva audioDisattiva audioAttiva audio

Spot

Attiva schermo interoDisattiva schermo intero

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante

...

Forse potrebbe interessarti

...

Fonte: Google News

 

Meteo

meteosatMeteosat in tempo reale - fotogrammi ogni 15 minuti -

Terremoti