Un Grazie a

e a tutti quelli che ci aiutano e sostengono la nostra attività
 
Protezione civile: Borrelli, 'in Sicilia il sistema ha funzionato bene'   CRONACA
Il Capo della Protezione Civile: In Sicilia il sistema ha funzionato

Il capo della Protezione civile Borrelli

"La Sicilia era una tappa che negli anni scorsi non avevamo ancora fatto. Un territorio che ha avuto anche l'anno scorso una serie di problemi legati agli eventi alluvionali. Abbiamo ritenuto giusto fare una tappa al Sud e in Sicilia in modo particolare, anche per sottolineare come il sistema di protezione civile regionale abbia ben funzionato in tutti i casi in cui c'è stato bisogno di un intervento". Lo ha detto il capo del dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, a Palermo per dare il via alla prima 'Settimana nazionale della protezione civile' che si terrà fino al 19 ottobre.

"); } else { document.write("

 

"); }

Parlando del sistema locale di protezione civile, dopo il terremoto di un anno fa nel Catanese, Borrelli ha spiegato: "Per quanto riguarda la parte emergenziale, l'abbiamo sostanzialmente realizzata. Anzi, ci siamo spinti anche oltre con quell'ordinanza che consente di avere un contributo fino a 25 mila euro nello stato di emergenza per riparare le abitazioni danneggiate".

"Noi pensiamo, quindi, che la nostra parte l'abbiamo fatta e l'abbiamo fatta al meglio. Ovviamente rimane la ricostruzione, ma non è una competenza della Protezione civile", dice. La “Settimana della Protezione civile” prende il via in corrispondenza con l’evento conclusivo della campagna “Io non rischio” che vedrà in 60 piazze della Sicilia centinaia di volontari impegnati a fare azione di sensibilizzazione e informazione.

In linea con il Codice di Protezione Civile, l’iniziativa "punta a rafforzare il sistema informativo complessivo per far conoscere i comportamenti da adottare in caso di calamità naturali per mitigare i fattori di rischio". "Se nulla o poco si può incidere, infatti, dinnanzi alla violenza delle catastrofi naturali, molto possiamo fare per migliorare l’informazione sui possibili scenari di rischio, sulle buone pratiche da adottare in caso di situazioni di emergenza e sull’uso di comportamenti consapevoli e di misure di autoprotezione. All’interno dei gazebo che verranno allestiti si potranno ricevere, infatti, informazioni e materiale utile sui comportamenti da assumere in caso di terremoti, alluvioni, maremoti, incendi. “Conoscere per salvarsi” è, infatti, quello che potremmo definire il tema dominante della campagna informativa nazionale".

"); } else { document.write("

 

"); }

Fonte: Adnkronos

 

Meteo

meteosatMeteosat in tempo reale - fotogrammi ogni 15 minuti -

Terremoti

European-Mediterranean Seismological Centre (EMSC)

Terremoti nella tua area