Un Grazie a

e a tutti quelli che ci aiutano e sostengono la nostra attività
 

Sono attese 500 mila persone alla grande Adunata nazionale degli alpini, la novantaduesima, in programma il 10, 11 e 12 maggio a Milano. A cadenza annuale, per tutti gli Alpini l’adunata è l’appuntamento più importante, l’occasione per incontrarsi, ricordare i caduti, ribadire i valori di solidarietà e soprattutto rinnovare “l’orgoglio dell’appartenenza”.

Per il capoluogo lombardo si tratta della quarta adunata nazionale (le precedenti si svolsero nel 1959, nel 1972 e nel 1992). Per l’occasione, le aree più strategiche “si vestiranno di verde e del tricolore”. Il Parco Sempione, in particolare, ospiterà il Villaggio dell’Adunata. Luogo di incontro degli Alpini di ieri e di oggi ma aperta tutti, la Cittadella degli Alpini sarà dedicata da un lato all’aspetto militare, con l’esposizione di mezzi ed equipaggiamenti di ultima generazione in dotazione ai reparti alpini dell’Esercito, e alla Protezione Civile dall’altro, con rappresentate tutte le diverse specialità: antincendio boschivo, alpinisti, cinofili, subacquei, droni ecc..

Altro cuore pulsante dell’Adunata milanese sarà piazza Duomo, che ospiterà alcuni momenti importanti e la tribuna d’onore con le autorità e dove avverrà il passaggio della stecca alla città di Rimini, sede dell’adunata del prossimo anno, cerimoniale con cui terminerà l’adunata. La grande sfilata, momento clou della tre-giorni milanese, è in programma domenica 12 maggio.

A gestire l’impegnativa organizzazione di un evento di questa portata è il Comitato Organizzatore Adunata (Coa), che ha sede nell’ex Casello daziario di Porta Volta 22. Il Coa è costituito da Regione Lombardia, dalla Città Metropolitana, dal Comune di Milano e dall’Ana, ed è presieduto dal Consigliere Nazionale Renato Genovese.

Fonte: Google News

 

Meteo

meteosatMeteosat in tempo reale - fotogrammi ogni 15 minuti -

Terremoti

European-Mediterranean Seismological Centre (EMSC)

Terremoti nella tua area