Un Grazie a

e a tutti quelli che ci aiutano e sostengono la nostra attività
 
Il Pd rompe il silenzio: duro comunicato contro stampa e iscritti ribelli, piena fiducia a Bobbi

Il Pd di Cinisello Balsamo, con un lungo comunicato stampa del 6 dicembre, cerca di fare chiarezza sul grande caos che si è creato in seno al suo partito, dalle liti interne, passando sul caso "primarie" e infine sulla sfiducia all'ormai ex segretario Luigi Marsiglia.

Iniziamo però con il lasciare spazio alle prime parole del neo segretario Bruno Bobbi: «Lavorerò per costituire una segreteria rinnovata nelle sue componenti rilanciando l'azione dei circoli e il ruolo degli iscritti. Ci muoveremo per rafforzare la capacità di ascolto del partito in città con il fine ultimo di costruire la proposta programmatica per le prossime elezioni amministrative».

Di seguito di riportiamo il comunicato nella sua versione integrale:

«In questi ultimi mesi sono state diffuse numerose voci errate o ingannevoli, anche a opera di alcuni iscritti, sull'attività del Partito Democratico di Cinisello Balsamo, sia sugli organi di stampa che online».

«Si pensi solo al dato riguardante il numero complessivo degli iscritti del partito, citato in un articolo de il Giorno del 5 dicembre, ancora non definitivo poichè la campagna di tesseramento si sta chiudendo solo in questi giorni».

«Condanniamo fermamente l'uso dei mezzi di comunicazione come strumento di alterazione del dibattito politico e di mistificazione della realtà e facciamo chiarezza rispetto a quanto avvenuto nelle scorse settimane».

«In data 20 novembre 2017, la direzione cittadina del Pd dichiarava decaduto, senza alcun voto contrario e con un solo astenuto, il coordinatore cittadino Luigi Marsiglia».

«Alcuni componenti del coordinamento sceglievano di non partecipare al voto. Tutto ciò è avvenuto per precise scelte politiche del gruppo dirigente del partito di Cinisello Balsamo nella massima trasparenza e nel rispetto della legalità».

«Dopo che a luglio la direzione cittadina aveva discusso e approvato il documento presentato dallo stesso coordinatore Marsiglia che confermava il sostegno al sindaco uscente come candidato naturale, l'apertura di un tavolo con le forze di coalizione e l'avvio di un percorso di ascolto in città, nei fatti nei mesi successivi il partito rimaneva fermo e la discussione negli organismi competenti (segreteria e direzione) bloccata».

«Per di più, il coordinatore cittadino aveva avallato con un comunicato stampa, contraddetto dai segretari dei tre circoli cinisellesi, l'errata convinzione che il Pd avesse indetto le primarie di coalizione, cosa a oggi non stabilita. La mozione di sfiducia, seppure dolorosa, si è quindi resa necessaria per rilanciare l'azione del Partito Democratico».

«Successivamente, il 27 novembre, la direzione cittadina dichiarava eletto senza nessun voto contrario il nuovo segretario cittadino Bruno Bobbi e dava mandato a quest'ultimo di avanzare una proposta di segreteria cittadina».

«Cogliamo l'occasione per precisare che le primarie, seppur discusse negli organi cittadini, a oggi non sono state indette. Pertanto le autocandidature ed eventuali ritiri di alcuni tesserati solo solo dichiarazioni a titolo personale e non riflettono la posizione del partito».

Fonte: Milano Today

 

Meteo

meteosatMeteosat in tempo reale - fotogrammi ogni 15 minuti -

Terremoti

European-Mediterranean Seismological Centre (EMSC)

Terremoti nella tua area