Un Grazie a

e a tutti quelli che ci aiutano e sostengono la nostra attività
 

 Cinque anni di Protezione Civile

PREZIOSO IL MONITORAGGIO DEL TERRITORIO

Cinque anni di Protezione Civile

Il corpo della Protezione Civile di Cinisello Balsamo ha compiuto cinque anni nei gior­ni scorsi. Cinque anni, fatti di interventi du­rante le grandi emergenze nazionali: all'Aqui­la, dopo il terremoto; ad Aulla. in seguito all'al­luvione in Lunigiana: in Emilia, a supporto del­le popolazioni terremotate di Mirandola e Ca­vezze Emergenze nazionali, ma non solo: il grosso del lavoro che svolge il gruppo, è quel­lo sul territorio comunale. L'associazione lavo­ra, infatti, in stretta collaborazione con l'ammi­nistrazione comunale, la polizia locale, i Vigili del Fuoco, gli uffici tecnico ed ecologia fornen­do supporto alla soluzione delle piccole e gran­di emergenze che investono il nostro territorio. Dall'intervento in caso di intense piogge nei punti fragili della città, alle uscite per la rimo­zione di alberi caduti per il vento o per la neve, al supporto all'evacuazione in caso di incendio: questo hanno fatto e continuano a fare i volon­tari del gruppo, per il territorio comunale. Non mancano, poi. le attività di formazione che l'as­sociazione svolge, in città, sui temi di preven­zione, autoprotezione e sicurezza nelle scuole e per i cittadini. Il Centro di Coordinamento del­la Provincia di Milano inoltre, ha recentemen­te conferito al gruppo l'incarico di coprire il ter­ritorio di Sesto San Giovanni in caso di esondazione del fiume Lambro. un impegno impor­tante che è anche il riconoscimento della pro­fessionalità dell'attività sinora svolta. Da sotto­lineare come il Corpo della Protezione Civile non intervenga solo per le emergenze, ma cer­chi di mantenere uno sguardo di medio termine e di monitoraggio del territorio e dei suoi ri­schi. Si scopre così che. non avendo corsi d'ac­qua che insistono sul territorio cittadino, i rischi idrogeologici per Cinisello Balsamo sono limi­tati, ma sono molto più significativi quelli deri­vanti dall'intensa urbanizzazione del suolo cit­tadino e dall'alto tasso di densità abitativa in particolare in prossimità delle grande arterie di comunicazione come autostrade e strade a scor­rimento veloce che circondano la nostra città. I rischi che la Protezione Civile cerca di preve­dere, sono quindi legati al rischio di incidenti che coinvolgano mezzi di trasporto con mate­riali tossici, piuttosto che dotarsi di strutture per l'accoglienza di centinaia di persone sfollate da condomini colpiti da incendi od eventi che ne mettano a rischio la sicurezza. Competenze e lungimiranza che determinano questo bilancio più che positivo dell'attività del gruppo, parti­to 5 anni fa con solo qualche pettorina rossa e qualche caschetto e che grazie all'attività dei volontari e al sostegno di privati ed aziende e cresciuto e continuerà a crescere.

Letizia Pellegatta

 

Fonte: LaCittà 19 Marzo 2014

 

 

Meteo

meteosatMeteosat in tempo reale - fotogrammi ogni 15 minuti -

Terremoti

European-Mediterranean Seismological Centre (EMSC)

Terremoti nella tua area